Performance. L’anima e il corpo – il Dialogo. 13/12/2018

Foto: Alex Kova.

L’ANIMA E IL CORPO – IL DIALOGO.
13/12/2018 h.19:30
Il testo di Alex Kova. Regia e azione performativa di Alex Kova e Virgina Bacci.
Soggetti:
Anima – Virgina Bacci
Corpo – Alex Kova.

Sound:
Tecnico del suono – Bruno Ferreira Da Veiga.

“Il Dialogo” è il frutto di una selezione di poesie il cui contenuto è stato completamente scomposto, originando così un insieme di parole e frasi, utilizzate per creare quel dialogo tra l’anima e il corpo, espressione di un contrastante turbamento tra volontà e incapacità alla ricerca di un equilibrio esistenziale. Il Dialogo s’inserisce nell’azione visiva dei corpi dei performers nelle vesti dell’Anima e del Corpo, in una rappresentazione di più elementi fondamentali: la poesia in versione di un Dialogo, il movimento performativo, la creazione di un’opera live e il sound realizzato appositamente per la performance.

 

MIGI. L’aggiornamento della scheda personale dell’ artista di Verona

Migi. Aggiornamento della scheda personale dell’artista di Verona. L’artista si racconta in breve e mostra alcuni dei suoi lavori. Attualmente, a Torino, l’artista collabora con la sua arte nella LabGallery This Is My Church. Le sue opere hanno fatto parte già dal primo progetto proposto dalla “Chiesa” Lega(Me). Dal 22/11/2018 al 12/01/2019 potrete osservare le sue opere nel progetto Due Dimensioni in “Chiesa”. This Is My Church è lieta di avere questa collaborazione con l’introspezione delle sue opere. La collaborazione continua. Le info su Due Dimensioni le troverete nella home page nella sezione Eventi in corso.

Sia dalla home page nella sezione Artisti e Qui di seguito potrete visionare la scheda personale dell’artista: clicca qui MIGI

Inaugurazione 22/11/18 DUE DIMENSIONI

Il progetto Due Dimensioni è in corso a partire dal 22/11/18 fino al 12/01/19. Il progetto è strutturato in due elementi: la mostra ed eventi performativi. La mostra attualmente è in corso con l’apertura della LabGallery negli orari indicati nella home page del sito, sul portale Exibart – clicca qui Exibart.com – e su Google maps. Il 13/12 alle h.19:30 sempre all’interno della mostra avrà inizio la fase delle performance ( la prima il 13/12 e la seconda nel finissage il 12/1/19 ) . L’allestimento in quelle date verrà modificato per la realizzazione delle scenografie per le performance, per poi tornare al suo stato originale  della mostra nelle date successive dell’apertura della LabGallery. Nel frattempo è stata aggiornata la pagina dell’evento in corso, nella home page, con la galleria immagini dell’inaugurazione, di cui troverete il link alla fine della presentazione scritta della mostra nella sua pagina.  Per la pagina della presentazione clicca qui Evento in corso, la mostra.

DUE DIMENSIONI Backstage n.2

“Il punto di fuga è quello da cui partono infinite linee: basta seguirle, per scoprire altrettante realtà, dimensioni, mondi. Non è solo un modo per fuggire, ma anche per capire quanto siano risibili le cose che ci sembrano assolute, se appena le guardiamo da lontano. E tornare, serve a riguardarle da vicino con occhi diversi.“ — Pino Cacucci scrittore e sceneggiatore 1955

Due Dimensioni – il progetto. 22/11/18 – 12/01/19

inaugurazione 22 e 23 novembre 2018 dalle h.18:30 alle 23:30

per info clicca qui EXIBART

DUE DIMENSIONI. Il comunicato stampa.

DUE DIMENSIONI.

Il concetto e l’idea.

Il progetto artistico DUE DIMENSIONI racchiude in sé gli eventi performativi e la mostra contemporanea collettiva a cura di Alex Kova.
Il tema di questo progetto è stato pensato per dare vita in forme d’arte al concetto del Dualismo. Tra il reale e il surreale si esplora il confronto e lo scontro tra la Dimensione dell’Anima e quella del Corpo, nonché tra Dimensione della Materia e quella dell’Idea, sconfinando verso un’esplorazione del confronto tra il corpo organico e l’idea di essa in una dimensione differente dal materiale. Non si tratta di una ricerca del significato assolutista. E’ un punto di vista ed è uno dei tanti possibili.

Esaminando parzialmente il concetto del Dualismo (l’anima e il corpo, la mente e il corpo) si esplorano le ricerche filosofiche di Platone, Aristotele, Cartesio, Spinoza, e Descartes.

Le molte domande sorte pensando a questa tematica sono state:
Com’è la materia, appartenente alla dimensione visibile e tangibile, in una dimensione eterea e impercettibile se non dal nostro sesto senso? Qual è il confronto, e qual è lo scontro? Esiste uno scontro? Esiste un equilibrio? Com’è quella dimensione che il nostro occhio organico non vede? Esiste uno scambio tra queste dimensioni, e dove sta il punto d’incontro? O le due dimensioni vivono queste realtà in modo separato e parallelo?

Il corpo e l’anima sono stati soggetti principali del progetto, entità antagoniste e complici allo stesso tempo o nei tempi differenti, pensando al dialogo che queste entità possono avere nei momenti pacifici e nei turbamenti esasperati.

Altre forme del Dualismo, come ad esempio La Materia e L’Idea, trovano collocazione all’interno del progetto. Forme diverse dove la materia può essere figlia dell’idea, oppure viceversa, dove la materia genera un’idea.

Considerando dunque, la parte filosofica del Dualismo e la sua estensione a tutto il resto, oltre il confronto tra l’anima e il corpo, si è cercato di applicare questa corrente del pensiero ad altre entità parallele.

IL PROGETTO.

LA MOSTRA. 22/11/18 – 12/01/2019
La mostra collettiva contemporanea.
Gli artisti della mostra:
ALEX KOVA, CECILIA GATTULLO, MIGI, VADIS BERTAGLIA, PAOLA ARMONE

ALEX KOVA E CECILIA GATTULLO
L’idea realizzata da Alex Kova e Cecilia Gattullo. La fotografia artistica e la pittura.
Si tratta di un confronto e di un punto d’incontro tra due dimensioni: L’Anima e Il Corpo, Il Materiale e L’Etereo.
Si mettono a confronto i due mondi di uno stesso soggetto, di una stessa situazione, di una stessa visione del sentimento catturato in un’immagine.

MIGI
Ogni opera presentata racchiude in sé un confronto mentale. Lo sdoppiamento del corpo, in un distacco mai completo, influenzato dalla psiche, e dal gioco che riversa sulla mente stessa. Il distacco non avviene mai, ma si mostrano gli elementi costruttivi dello stesso soggetto, della stessa natura catturata nell’opera. E’ un dualismo di significato apparente nel suo insieme, ma mai completo se non si considerano le sfaccettature che lo compongono.

VADIS BERTAGLIA
La predominanza di una dimensione sull’altra. Difficile però capire chi possiede chi, cosa possiede cosa. Nell’opera di Bertaglia, “Il Seme”, non si può parlare di uno scontro tra le due dimensioni, ma piuttosto di un’appartenenza funzionale. Una dimensione che racchiude e genera un’altra, in un rapporto di coesistenza bivalente. Senza trascurare la generosa e al tempo stesso moderata Madre Natura, che genera e distrugge nella speranza di creare qualcosa che non le si rivolti contro. Il Seme porta in sé la possibilità di una progenie migliore. La Dimensione Natura versus La Dimensione Umano. “Torna giustizia e primo tempo umano, e progenie scenda da ciel nova” – Dante.

PAOLA ARMONE
Il preludio alla realizzazione della tridimensionalità della sua opera. Una video-opera della realizzazione della scultura, per definizione e per sua natura, tridimensionale. L’aspetto visivo è bidimensionale in quanto si tratta di un video. La Dimensione del video, con la sua natura vettoriale Z e X, racchiude in sé il vettore mancante Y che si manifesta all’interno del video stesso, ma non nella realtà palpabile vissuta sul momento dell’esposizione. La bidimensionalità che ingloba in sé la tridimensionalità. La video-opera come il punto d’incontro.

EVENTI PERFORMATIVI.

L’ANIMA E IL CORPO – IL DIALOGO.
13/12/2018
Il testo di Alex Kova. Regia e azione performativa di Alex Kova e Virgina Bacci.
Soggetti:
Anima – Virgina Bacci
Corpo – Alex Kova.

“Il Dialogo” è il frutto di una selezione di poesie il cui contenuto è stato completamente scomposto, originando così un insieme di parole e frasi, utilizzate per creare quel dialogo tra l’anima e il corpo, espressione di un contrastante turbamento tra volontà e incapacità alla ricerca di un equilibrio esistenziale.

LA MUSA ED IL CORPO DEL GENIO ARTISTICO – LO SCONTRO.
12/01/2019
AZIONE PERFORMATIVA.
Artisti:
Cecilia Gattullo
Virginia Bacci
Alex Kova

L’elemento fondamentale in questa rappresentazione è la volontà, e la sua collocazione nelle due dimensioni: quella del genio artistico e quella della musa. L’azione performativa esprime uno scontro mentale ed emotivo tra queste due dimensioni nel processo creativo di un opera. Le due volontà, quella del genio artistico e quella della musa, si proiettano in uno spazio irreale generato dalla mente dell’artista, dove avviene tutto il tormento del subconscio.

Alex Kova

per altre info clicca qui EXIBART

DUE DIMENSIONI

LA CHIESA, THIS IS MY CHURCH – LABGALLERY, è lieta di annunciare l’apertura del progetto DUE DIMENSIONI – Mostra collettiva contemporanea a cura di Alex Kova ed Eventi Performativi. L’inaugurazione sarà di due giorni 22/11/18 e 23/11/18 dalle h.18:30 alle h.23:30. La Mostra con i seguenti artisti: CECILIA GATTULLO, ALEX KOVA, VADIS BERTAGLIA, MIGI, PAOLA ARMONE. Gli Eventi Performativi nei giorni 13/12/18 e 12/01/2019 con i seguenti artisti VIRGINIA BACCI, ALEX KOVA, CECILIA GATTULLO, tecnico del suono BRUNO FERREIRA DA VEIGA.

Clicca qui per altre info Exibart

A breve nel prossimo aggiornamento verrà pubblicato il comunicato stampa.

2018-08-11-22-51-40

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: